"Però, però...": Carlo Peroni "Perogatt" (1929 - 2011) #LegaNerd
3

Maria, Paolo, Luisa e Stefano Peroni comunicano a tutti che Carlo Peroni Perogatt è venuto a mancare questa sera alle 19.30
Non ha sofferto, è volato via in un attimo breve come il battito d’ali d’una farfalla che vola sorridente verso un luogo felice.

E’ morto ieri, 13 dicembre 2011, il fumettista Carlo Peroni, le cui realizzazioni, tra storie più lunghe e brevi vignette, hanno caratterizzato l'infanzia e l'adolescenza di coloro che hanno letto il Corriere dei Piccoli, Il Giornalino e tante riviste di umorismo leggero (solitamente relegate alla definizione “per ragazzi”, ma non per questo lontane da comicità demenziali godibili anche da un adulto).

Anch’egli maestro del fumetto italiano, spesso poco alla ribalta e associato alle sole opere diffuse su pubblicazioni per giovani lettori, lavorò in giovane età nel campo del restauro artistico, per poi spendere le proprie forze nel disegno e nell’illustrazione fino dal termine degli anni ’40. Nel tempo fu coinvolto nella creazione di numerose campagne pubblicitarie, nonché nella realizzazione di disegni animati e nella regia per il cinema e la televisione; fu anche l’unico autorizzato a proseguire il lavoro di Sergio Tofano sul personaggio del Signor Bonaventura, di cui realizzò varie tavole. A partire dal 1992, poi, divenne la matita ufficiale delle versioni italiane delle storie a fumetti ispirate ai cartoon di Hanna&Barbera, di cui produsse numerosi episodi. Dal 1998 era aderente all’ANU (Associazione Nazionale Umoristi), oltre che partecipante di numerosi eventi di Arte Leggera ed Umorismo patrocinati da tale gruppo.

Sono note le sue collaborazioni con altri autori stimati nel campo delle nuvole parlanti, quali Alfredo Castelli, ma i suoi personaggi più famosi rimangono senza dubbio l’Ispettore Perogatt, investigatore fumatore di matite, protagonista assieme al proprio gatto di indagini dai toni surreali (e il cui nome è ovviamente ispirato al cognome dell’autore), e Slurp, essere demenziale non ben definito, dall’aspetto di una sfera rotonda verde dotata di braccia e gambe e di un’enorme lingua sempre penzolante fuori dalla bocca, che risiede a Slurponia assieme ai propri familiari (la definizione è molto riassuntiva, ça va sans dire).

Mostra Approfondimento ∨

Sono rimasto molto colpito da questo lutto tra gli autori di fumetto che hanno riempito di divertimento la mia crescita. Riduttivo e banale dire “non me l’aspettavo”, di sicuro il suo SLURP! (rivista dedicata interamente al personaggio sopracitato) è ancora impresso nella mia memoria per le risate che mi faceva fare a poco più di sei anni, oltreché ancora da qualche parte tra le mie collezioni (sebbene forse orrendamente dilaniato dalle morse del tempo e dei traslochi :sad: ).

Una piccola punta di amarezza… Sniff… :(

via Comicus

Il sito di Carlo Peroni “Perogatt”, la sezione di Slurp

Carlo Peroni su Wikipedia, sul proprio blog (da tempo non aggiornato, e destinato -ahimè- a scomparire, come spiegato qui, perché situato sui server di Splinder), su Fumetti.it/ex-sito di Anonima Fumetti

Mostra Approfondimento ∨

ragnoboy

Ho una testa (vuota ma c’e’), due braccia e due gambe, un profilo addominale “rotondo” e un bel paio di occhiali in titanio elastico.

Cosa voler di piu’ dalla vita? Tanta nerdosità :-D

Aree Tematiche
Attualità Creatività Fumetti
Tag
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd