Ace Combat Assault Horizon #LegaNerd
4

Era il 1995 quando Namco pubblicò il primo Ace Combat per Playstation (Air Combat in occidente), aprendo una nuova strada a quel genere di simulazione-arcade aerea che contraddistingue l’intera saga.

Nel 2006 uscì Ace Combat “The Belkan War” per PS2 che fu l’ultimo titolo della serie su console Sony fino ad oggi.( Tralasciando i titoli per PSP).

Ace Combat “Assault Horizon” è disponibile da Ottobre 2011 per Xbox, PS3 e PC e come tutti gli appassionati del genere giocarci era d’obbligo!

La trama del gioco è materiale in parte già visto nei precedenti titoli della serie: un’ organizzazione estremista con a capo un russo “ribelle” recluta mercenari e combattenti nel Medio Oriente per istituire una nuova federazione russa e conquistare il mondo intero essendo in possesso di un arma segreta dal potere devastante.

“Noi” vestiremo principalmente i panni del pluridecorato Colonnello Bishop che insieme alla sua squadriglia cercherà di eliminare l’imminente minaccia.

Passando dalle opzioni oltre alle solite regolazioni audio/video e controller, troviamo anche il comando per disabilitare la modalità di volo assistito e per usufruire dei comandi sul controller nello stile dei precedenti Ace Combat.

Il game play è stato completamente rivisto: nei precedenti A.C. i duelli aerei venivano principalmente svolti con i missili a nostra disposizione, anche con nemici a lunghe distanze mentre in questo capitolo potremo ancora attaccare i nemici in questa modalità, ma sarà molto più complicato avere la meglio. Ora il Dogfight si è arricchito della “Modalità Duello”(MD); in poche parole per abbattere un nemico(tipo gli squadron leader)dovremo “agganciare” il bersaglio all’interno di un cerchio verde, una volta centrato il targhet premendo i tasti R2+L2 si attiverà la Modalità Duello che in pratica guida in automatico il caccia tenendolo incollato all’aereo nemico lasciando a noi il solo compito di sparare con il cannone (arma perfetta per gli scontri ravvicinati) oppure con i missili a guida IR.

Ovviamente anche i nemici potranno “agganciare” noi nella modalità duello, ma anche in questo caso il sistema ci viene in aiuto: una volta che saremo sotto attacco ci troveremo dentro al cerchio rosso, che sarà visibile nel centro dell’HUD (se si gioca con la visuale dall’abitacolo), o nel centro dello schermo (in visuale esterna). A questo punto apparirà una freccia verde (noi) e una freccia rossa (aereo nemico) sotto quella verde, quindi per evitare l’attacco basterà decelerare. In questo modo la freccia rossa salirà verso quella verde e quando combacieranno premendo L1+L2 il nostro caccia compirà una virata che lo porterà sul retro dell’avversario pronto per il contrattacco, anche questa volta il tutto in automatico.

Questa modalità di attacco accelera notevolmente la visione di gioco, aumenta i dettagli, la grafica è ottima e le esplosioni in volo molto curate. Devo ammettere che anche i paesaggi sono molto migliorati: quando si vola sulle città come Miami o Dubai si possono distinguere strutture ed edifici caratteristici del luogo.

Un’altra novità è che saremo anche impegnati in volo con elicotteri: di supporto come mitragliere oppure ai comandi di elicotteri d’attacco tipo l’Apache. Quest’ultima modalità mi è piaciuta moltissimo, i comandi di volo per l’elicottero non sono subito intuitivi, ma dopo pochi minuti di gioco riuscirete a destreggiarvi più che decentemente. La modalità automatica è presente anche con l’elicottero, ma solo in modalità di difesa, mentre per l’attacco tra il cannone da 30mm, i razzi e missili il divertimento è garantito.

Ci troveremo anche ad usare una cannoniera volante AC-130 in puro stile Call of Duty con visione notturna e cambio di munizionamento in base agli obbiettivi da colpire.

Il multiplayer presenta diverse modalità di gioco:
-il classico deadmatch con un massimo di 16 giocatori
-la modalità cooperativa, che trovo molto interessante in quanto si può giocare in tre sulle missioni prese dalla campagna, sfruttando al massimo le caratteristiche dei diversi velivoli
-la modalità Domination che prevede due squadre con l’obbiettivo di distruggere il quartier generale nemico
-il Capital quest che prevede l’occupazione di più spazi aerei in una mappa.

Visto e considerato che un videogame può piacere ad alcuni e non piacere ad altri non darò su Ace Combat Assault Horizon considerazioni generali ma permettetemi le mie considerazioni personali.
Sinceramente ritengo questo il capitolo meno giocabile della serie, perchè nel tentativo di migliorarlo o di attirare nuovi utenti hanno rovinato un gioco che reggeva bene in quanto di concorrenti con la longevità e seguito di Ace combat in giro non ce ne sono.
La modalità duello aggiunta limita fortemente i duelli aerei in quanto l’aereo vola praticamente da solo superando la barriera dell’arcade.
Che sfizio c’è a giocare? Questa modalità è presente anche nel multiplayer!
Peccato perchè la modalità elicottero mi è piaciuta moltissimo; attaccare le unità di terra con l’armamento dell’Apache è da sturbo totale.
Una chicca l’ho notata: il sistema radar e di autoprotezione del caccia vi parla in base alla nazionalità di produzione dell’aereo (es. F-22 inglese, Mirage 2000-5 francese ecc..)
L’ultimo capolavoro secondo me è stato Ace Combat 6, che era solo per Xbox, e quasi quasi tradivo la Play solo per quel gioco ma…
Mai dire mai.

Bruno Cava

Bruno Cava a.k.a. foten

Vivo di luce led, iniettandomi dosi stratosferiche di fluido PS3, in garage ho parcheggiato il Jet Pilder. Prefazioni di un corto cammino che mi ha portato a voi…

Aree Tematiche
Videogames
Tag
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd