Bose QC3 #LegaNerd

Minirecensione in treno per tessere le lodi di queste cuffie da viaggio con un sistema di noise reducion che è più un noise suppression, un noise execution.
Un noise extermination.

Sono sempre in giro, treno o aereo, e odio il rumore e la gente.
Il che spiega in genere il mio umore.
Comunque, dopo che quest’estate mi han fatto visita i ladri (cui auguro ogni bene ogni giorno) mi sono ritrovato senza cuffie da viaggio.
Le vecchie Bose (che andrebbero ancora benissimo, se quei luridi avanzi di fogna che spero si siano spesi tutto in un’overdose di ammoniaca non me le avessero alzate. ciao Zot) erano le sorelline minori di queste, leggere e comode, ma senza il noise cleansing.
La tecnologia in questione mi ha sempre incuriosito, ma le prime generazioni di cuffie che avevo provato non mi avevano entusiasmato.

Poi ho provato queste e ho cambiato idea.
È vero che non sono a buon mercato, ma sono cuffie da lifetime.
Sempre che qualche rifiuto dell’umanità evitato anche dai orchi storpi del letame non decida di rubarvele.

Il funzionamento è il solito: cuffie di ottima qualità, leggere, con una batteria (proprietaria, ovviamente. altrimenti dov’è il divertimento?) nella cuffia destra. Su ogni lato c’è un microfono ambientale che capta ogni rumore fastidioso e irritante, lo pasticcia con un po’ di Fourier, lo shakera in real time con l’audio in arrivo dall’iPod e – ta dah! – ecco come per magia che tutti i rumorini odiosi sono spariti e potrete sentirvi serenamente la vostra raccolta di canti tradizionali ticinesi del sopraceneri.
Cantati dai Maestri del Coro Montano della Valle Onsernone.
Ciucchi.
Di Kirsch.
In Wav.

Piccolo appunto: il cavo in dotazione (di buona fattura, ma non eccelso) ha due maschi: uno da iPod [o succedaneo per chi ha le pezze al culo (cit.)] da tre millimetri e mezzo, e uno lato cuffie da due millimetri e mezzo.
Perché la mamma del progettista in questione evidentemente è di moralità bassissima.
Quali drammi di design e tecnologia sarebbero derivati dall’adottare il jack da tre millimetri e mezzo anche sulla cuffia?
La dotazione comunque è ottima: custodia da viaggio per cuffie con spazio due batterie da cuffie, attacco per aeroplano (presente quelle cuffie di cartone e carta velina che hanno due jack da tre e mezzo? quello che avete odiato per anni? ecco, quello), cavo segnale e trasformatorino con attacco per prese di tutti i continenti (Hong Kong, Singapore, Giappone, Australia, Korea oltre alle solite USA e europee. e Klingon. c’è la Klingon. non sai mai quando ti può servire).
Che per qualche motivo che io non sono in grado di comprendere non hanno alloggiamento nella custodia. Intendiamoci: un adattatore ci sta, due strettini pure. Ma non di più.
Comunque queste cuffie sono eccellenti per la vita on the move.

È vero che da purista che si ascolta i la musica folk svedese in wave non approvo l’alterazione del flusso audio che snatura le sfumature intimiste dei gorgheggi delle valkirie, però questo vale quando si è a casa e si può contare su un ambiente silenzioso e confortevole.
In viaggio un sistema che annulli il rumore delle turbine dell’aereo o l’agonia del treno è una meraviglia.
Come sempre il sistema offre le prestazioni migliori nell’eliminare i rumori ciclici, e funziona meno bene con l’isterica che sta urlando in fondo al vagone al telefono. Però tutti i rumori sono molto attutiti.

Lascio a chi ha più competenza (e voglia) di me l’incombenza di esporre le basi di psicoacustica che sono alla base di questa tecnologia.
Un paio di sidenotes: le cuffie funzionano benone anche non collegate ad alcuna fonte sonora semplicemente per abbattere i rumori circostanti. Ma delle cuffie da cantiere come quelle del falegname di Durango da trentamila lire vanno benone lo stesso.
E poi forse sono io che ho dei limiti, ma non sono riuscito a farle funzionare in modalità passiva.
La durata della batteria non so dirvela, per ora siamo a diverse ore.
Aggiornerò l’articolo le autonomie.
Tranquilli, eh.

Coolness

Fonti
Sito Bose

Recensione molto meno divertente della mia su Cnet

Aree Tematiche
Recensioni
Tag
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd