The Boys #LegaNerd

Garth Ennis è un grande, su questo non ci piove, e ci dimostra tutta la sua genialità (e la sua perversione) in questa serie uscita negli ultimi anni intitolata The Boys.

The Boys esce in America nel 2006 e nel 2008 arriva in Italia su 100% Cult Comics; sfortunatamente ho avuto solo recentemente l’occasione di scoprire questa serie, che personalmente reputo davvero fantastica.

La storia parla di un mondo pieno di supereroi, come può esserlo quello Marvel e DC, però ci fa vedere i “dietro le quinte” della vita di questi eroi e li cala in una dimensione più realistica, dove il potere corrompe e dove chi ha questi poteri è si un eroe, ma nella vita privata gli eroi sono egoisti, pervertiti, drogati e a volte corrotti.

Inoltre mostra come durante le azioni “eroiche” in realtà muoia un sacco di gente a causa dei danni provocati dai super umani e mostra anche come ai cosiddetti “eroi”, non gliene freghi assolutamente nulla dei morti che causano per colpa dello loro scarsa preparazione militare.

Tutta la vicenda ruota attorno ad un reparto speciale della CIA, i “Boys” appunto, che hanno il compito di sorvegliare la comunità super umana, di contenerla e se necessario (ma anche no) di uccidere qualche eroe se ritengono che si sia spinto troppo in là.
Dei componenti del gruppo all’inizio non si sa molto, se non che hanno tutti un motivo profondo per odiare i super-umani e non vedono l’ora di potersi prendere la loro vendetta personale, anche pestandone a sangue un pò solo per il gusto di farlo.

Il fumetto è molto psicologico e molto espicito, scene di sesso e violenza gratuita quasi splatter come se non ci fosse un domani.
Anche gli argomenti trattati si allontanano molto dai classici fumetti super eroistici, infatti è tutto incentrato sulla psicologia perversa di questi eroi, che nella vita privata (ma non solo) sono dei maniaci sessuali, drogati, a cui il potere ha dato l’opportunità di fare ciò che vogliono senza poter essere rimproverati.

In un mondo dove i super eroi non sono (solo) paladini della legge, ma sono corrotti e abbietti tanto quanto i criminali che combattono, qualcuno deve controllare che non esagerino.
E qualcuno lo fa.
Sono i Boys, un gruppo di individui estremamente pericolosi che “vigilano sui vigilantes” per conto della CIA. Alcuni devono essere ammoniti, alcuni messi in riga. Per altri invece la soluzione deve essere permanente, e magari molto dolorosa… Ed è qui che entrano in gioco i Boys.

Per me è una vera rivoluzione nel mondo del fumetto super-eroistico.
Un solo consiglio: leggetelo.

Approfondimenti:
The Boys by Wikipedia
Garth Ennis

Fonti:
ringrazio @deadpool per avermelo fatto scoprire e a @brogna per avermelo fatto leggere per la prima volta.

orsovolante

‎”La principale differenza tra una cosa che potrebbe rompersi e una cosa che non può in alcun modo rompersi è che quando una cosa che non può in alcun modo rompersi si rompe, di solito risulta impossibile da riparare”

Aree Tematiche
Fumetti
Tag
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd