Il futuro della plastica #LegaNerd
2

Dei ricercatori dell’Università di San Paolo, in Brasile, stanno studiando l’applicazione di fibre ottenute da banane, ananas ed altre piante, per produrre materiali plastici più ecologici e resistenti dei classici derivati dal petrolio che usiamo ancora oggi. Alcune di queste fibre, chiamate anche fibre di nano-cellulosa, sono quasi rigide come Kevlar, il materiale celebre per essere super-resistente ed utilizzato nei giubbotti antiproiettile. A differenza del Kevlar e delle altre materie plastiche tradizionali, che come già detto prima sono derivati dal petrolio o gas naturale, le fibre di nano-cellulosa sono completamente rinnovabili.


“They are light, but very strong.”

Sembra che queste nuove fibre siano molto resistenti, 3 o 4 volte più del normale e il 30% più leggere. Si spera che in futuro molte parti delle auto quali cruscotto, paraurti, ecc. saranno fatti con queste fibre in modo da alleggerire l’auto e abbassare il consumo di carburante. Molte case automobilistiche stanno testando questi nuovi componenti e forse nel giro di un paio di anni si inizieranno ad usare.

In approfondimento qualche info su come ricavare la fibra:

Mostra Approfondimento ∨

Fonti:
Link
Wired.com
Sciencenewsline.com
Dailymail.co.uk

Bazingato da: Ciccio87

Aree Tematiche
Chimica Idee Scienze
Tag
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd