Il Dream Team - Barcellona 1992 #LegaNerd
di
Saril
5

”This will be the most powerful basketball team ever put together,” he predicted back in September 1990, and with those words he made my responsibility perfectly clear: bring home the gold medal. Period. Nothing less. If we didn’t do that, we might as well stay in Barcelona and not come home again – or retire to the country that beat us!

Questo è stato il primo pensiero di coach Chuck Daly dopo aver ricevuto da parte di Dave Gavitt (presidente di USA Basketball),l’incarico di allenare il primo Dream Team.

Come si è giunti al Dream Team

La nazionale USA di basket aveva dominato quasi tutte le Olimpiadi dal 1936 al 1984, tranne l’edizione del 1972 vinta dai russi con un finale di gara che ancora adesso richiama discussioni, e quella del 1980 a causa del boicottaggio.
Nel 1988 a Seoul la disfatta, solo un terzo posto dietro URSS e Jugoslavia. Nel 1990 un’altra scoppola ai mondiali a Buenos Aires finendo di nuovo sul gradino più basso del podio dopo Jugoslavia e URSS.

Fino al 1990, le squadre nazionali USA di pallacanestro erano composte da collegiali, cioè non professionisti della NBA. Una modifica al regolamento FIBA (1989) pose la parola fine alla “discriminazione” tra cestisti pro della NBA e cestisti pro europei e sudamericani. A questo punto era giunta l’ora di creare la più forte squadra di pallacanestro di tutti i tempi.

La scelta della squadra

Come vennero scelti i 12 giocatori della squadra? Tramite un pool di 13 esperti di basket che chiesero per prima cosa all’allenatore che tipo di giocatori intendeva usare e che tipo di gioco sviluppare. Chuck Daly rispose: “Flexibility”. In una Olimpiade non puoi portare riserve e devi giocare contro squadre molto diverse tra loro, quindi la “flessibilità” dei giocatori e del gioco è fondamentale.

I giocatori scelti furono 11 tra i più spettacolari campioni della NBA. 11 perchè il dodicesimo era un giocatore di college.

Il Dream Team 1992

In rigoroso ordine alfabetico seguito dal numero di maglia all’Olimpiade, la squadra di appartenenza nel 1992 e il ruolo, più un video di presentazione:

Charles Barkley – 14 – Phoenix Suns – Ala – Video

Larry Bird – 7 – Boston Celtics – Ala – Video

Clyde “The Glide” Drexler – 10 – Portland Trail Blazers – Guardia/Ala – Video

Patrick Ewing – 6 – New York Knicks – Centro – Video

Earvin “Magic” Jhonson – 15 – Los Angeles Lakers – Guardia – Video

Michael “Air” Jordan – 9 – Chicago Bulls – Guardia – LegaNerd

Christian Laettner – 4 – Duke – Ala/Centro – Video

Karl “The Mailman” Malone – 11 – Utah Jazz – Ala – Video

Christopher Mullin – 13 – Golden State Warriors – Ala/Guardia – Video

Scottie Pippen – 8 – Chicago Bulls – Ala/Guardia – Video

David “The Admiral” Robinson – 5 – San Antonio Spurs – Centro – Video

John Stockton – 12 – Utah Jazz – Guardia – Video

All’Olimpiade di Barcellona il Dream Team vinse l’oro a mani basse, tenendo una media di distacco dalle altre squadre di 44 punti e senza mai aver bisogno di chiamare un time-out!
Situazione atipica di un’Olimpiade: a causa del roster stellare del Dream Team, le squadre avversarie chiedevano ai giocatori di fare una foto insieme o di firmare degli autografi!

Il Dream Team 1992 venne inserito nella Hall of Fame del Basket nel 2010. Dei 12 giocatori, 11 sono entrati nella Hall of Fame per meriti singoli (manca solo Laettner), come pure il coach Chuck Daly (morto nel 2009).

Nel video qua sotto le dieci migliori giocate del Dream Team alle Olimpiadi:

E qua la cerimonia in cui il Dream Team viene premiato alla Hall of Fame:

Fonti: libri e video in mio possesso, wikipedia, youtube.

[MBLP]: rubrica a cura di @saril e @parano1dz che vi porta nel fantastico mondo del basket!

Aree Tematiche
Sport
Tag
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd