[Neapolis Cooking Pro] 'o Tauciano #LegaNerd
2

Nuova rubrica del sottoscritto per parlare degli ingredienti, delle ricette e delle ghiottonerie della cucina napoletana. Nomi esotici ed evocativi che nascondo sapori spettacolari memori della vera cucina di una volta (quella a carbonella, si).

Oggi parliamo del Tauciano, prelibatezza dal nome minaccioso che è tipica di alcune ricorrenze particolari (es. S. Stefano, 26 dicembre).
‘o Tauciano è una salsiccia stagionata, preparata sostanzialmente con pochissimi pezzi di carne di maiale, tante interiora, avanzi di carne e tessuti sanguinolenti. Questi pezzi misti di carne vengono tagliati grossolanamente e insaccati in budello naturale molto sottile assieme a semi di finocchietto e peperoncino. La salsiccia all’aspetto si presenta lunga e compatta, di colore rosso amaranto: dopo cottura passa su tonalità di marrone-grigio.
Nella sua versione fresca, detta ’o Sasiccion', può essere consumata arrostita sulla brace, rivelando un sapore clamorosamente intenso e godurioso.

È usata spesso nelle cosiddette menest’ ‘ammaretate, piatto antichissimo della tradizione napoletana, descritto per la prima volta nel De Re Coquinaria di Apicio.
La ricetta originaria è molto laboriosa, costosa e difficoltosa, perciò nel corso dei secoli si è adattata ad una versione più soft. Il nome deriva proprio dal matrimonio tra le verdure e la carne.

Menest’ ‘ammaretata (da “A Napoli si Mangia Così”, mia personalissima bibbia della cucina napoletana):
Mostra Approfondimento ∨

Enjoy your meal! più epic di un Moar Beicon.

Aree Tematiche
Cucina
Tag
giovedì 10 marzo 2011 - 13:02
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd