Seaman: quando il trash non basta #LegaNerd

Girovagando nella rete, ovviamente a caccia di videogiochi, mi sono imbattuto in questo vecchio titolo che, sinceramente, speravo di aver completamente dimenticato.
Uscito durante i primi anni di vita della prematuramente defunta Dreamcast (poi anche su Ps2), Seaman ci dava la possibilità di accudire, allevare e crescere alcuni pesciolini dotati di fattezze umane. Esatto, all’apparenza normali, questi esseri erano dotati di viso e, soprattutto, voce di una persona dalle fattezze asiatiche.

Strano? Non abbastanza, dato che bastava provare a prenderli in “mano” per sentirli lamentare peggio di un ragazzino in piena fase adolescenziale. Ma c’è di peggio, o di meglio, a seconda del punto di vista. Tramite microfono potrete letteralmente interagire con il vostro Seaman, che si diletterà ad insultarvi senza remore con una cadenza tanto pacata quanto insofferente nei vostri confronti. Tanto originale quanto grottesco.

Insomma, un vortice di trash che merita sicuramente di essere rivisitato, magari durante una di quelle giornate tristi in cui ci si vuole autoflagellare ad ogni costo.
Tutto sommato non è difficile da reperire, previo un buon emulatore.

Più difficile è dimenticarlo.

Ps. Per chi vuole veramente farsi del male, beh, c’è anche il seguito.

Pagina Wikipedia di Seaman (in inglese)

Via Wikipedia

Aree Tematiche
Cazzate Videogames
Tag
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd