iFixiPhone #LegaNerd

Rompere il vetro dell’iPhone capita al 14% dei possessori del gioiellino Apple entro il primo anno, per via dell’ampia e fragile copertura. In Italia stimiamo 120 rotture ogni giorno

Luciano Avenale e Gianfranco Zinno, rispettivamente 26 e 32 anni, ex assistenti personali di Marco Trombetti, fondatore di Translated, con il quale hanno lanciato la startup iFixiPhone.

In cinque giorni lavorativi riparano iPhone, iPod e iPad con la metà della spesa richiesta dai centri di assistenza Apple. Ritiro e consegna a casa.

Alle spalle hanno meno di sei mesi di esperienza, un migliaio di riparazioni effettuate, per poco meno di 100mila euro di fatturato, e un progetto di espansione all’estero.

Tramite la registrazione on line è possibile avere un preventivo, concordare un prezzo e le prestazioni necessarie e soprattutto il ritiro e la consegna a domicilio.

La cosa che è degna di nota (e colpevole di questo post) è che tutto il progetto è interamente nato in Italia, da giovani italiani ma questo non pregiudica l’utilizzo di prodotti originali Apple al 100% pur abbassando i costi della forza lavoro.

Andando sul sito www.ifix-iphone.com è possibile scegliere il dispositivo iPhone (2G, 3G, 3GS, 4), iPod Touch, iPad e quindi selezionare il tipo di intervento richiesto che possono andare dalla classica rottura del display, alla scocca, fino alla batteria e LCD.

Qui di seguito riporto una intervista a cura di Wired (nello stile eagle1 a risposta nascosta…):

Raccontaci com’è nata la vostra idea.
Mostra Approfondimento ∨

Pensavo aveste trovato una tecnica di riparazione innovativa…
Mostra Approfondimento ∨

Possibile che non ci avesse ancora pensato nessuno?
Mostra Approfondimento ∨

Quanto vi è costato iniziare?
Mostra Approfondimento ∨

E ora?
Mostra Approfondimento ∨

Mi dici qualcosa di pratico, qualcosa che vi ha portato al successo?
Mostra Approfondimento ∨

Che esperienze avevate?
Mostra Approfondimento ∨

Maggiori informazioni le potete trovare anche sulla pagina ufficiale di Facebook, a questo indirizzo; oppure nella classica pagina delle “Domande frequenti” del sito in questione.

Intanto i giovani italiani autori del progetto hanno già lanciato le prime indiscrezioni sull’apertura di una iniziativa simile anche per dispositivi che montano Android.

Via www.webmasterpoint.org
Fonti italianvalley.wired.it | www.ifix-iphone.com

JamesElio | Nè a.k.a. JamesElio

..la vita spesso è una discarica di sogni, che sembra un film dove tutto è deciso, sotto ad un cielo d'un grigio infinito..
Aree Tematiche
iPhone / iPad Mobile
Tag
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd