Legge Basaglia 180/1978 [1di2] #LegaNerd

Non è importante tanto il fatto che in futuro ci siano o meno manicomi e cliniche chiuse, è importante che noi adesso abbiamo provato che si può fare diversamente, ora sappiamo che c’è un altro modo di affrontare la questione; anche senza la costrizione.

Franco Basaglia

La Legge 180 è la prima ed unica legge quadro che impose la chiusura dei manicomi e regolamentò il trattamento sanitario obbligatorio, istituendo i servizi di igiene mentale pubblici.

Prima della riforma dell’organizzazione dei servizi psichiatrici, i manicomi erano spesso significativamente connotati come luoghi di contenimento sociale, e dove l’intervento terapeutico e riabilitativo scontava frequentemente le limitazioni di un’impostazione clinica che si apriva poco ai contributi della psichiatria sociale, delle forme di supporto territoriale, delle potenzialità delle strutture intermedie, e della diffusione della psicoterapia nei servizi pubblici.

La legge 180 voleva anche essere un modo per modernizzare l’impostazione clinica dell’assistenza psichiatrica, instaurando rapporti umani rinnovati con il personale e la società, riconoscendo appieno i diritti e la necessità di una vita di qualità dei pazienti, seguiti e curati anche da strutture territoriali.

Nonostante critiche e proposte di revisione, le norme della legge 180/1978 regolano tuttora l’assistenza psichiatrica in Italia.

Vi consiglio la visione di questo Documento Video preso dall’archivio Rai (diviso in tre parti).

Prima parte
Seconda parte
Terza parte

Mostra Approfondimento ∨

La galleria fotografica è presa da un prezioso lavoro di ricerca storica del Dott. Stefano Martelli (psicologo e fotografo).

Aree Tematiche
Cultura Fotografia Politica Storia
Tag
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd