Biotic Games, i giochi vivi #LegaNerd

I videogiochi moderni sono sempre più realistici, ma mai quanto quello realizzato dai ricercatori dell’università di Stanford: a saltare e correre sullo schermo sono infatti dei veri microrganismi, pilotati dal giocatore con un joystick del tutto simile a quelli delle normali consolle. I primi ‘biotic games’, descritti sull’ultimo numero della rivista Lab on a chip, coinvolgono parameci e altri protozoi, che sguazzano in un ‘campo di gioco’ ripreso da una telecamera munita di un chip che ne registra i movimenti.

I cambi di direzione vengono realizzati attraverso diversi meccanismi, dal cambiamento della polarità del liquido all’iniezione di piccole quantità di una sostanza che obbliga i microrganismi a cambiare direzione. I movimenti vengono proiettati su un computer, dove vengono sovrapposti a un ‘campo da gioco’. Il team guidato da Ingmar Riedel-Kruse ha già realizzato un ‘simil Pacman’, un flipper e persino un rudimentale gioco del calcio, mentre sfruttando la crescita di alcuni polimeri con la tecnica della Pcr è stata realizzata una specie di corsa di cavalli”.

A quando Gamer? :-)

EDIT/ approfondimento video fornito da mynameiskile
Mostra Approfondimento ∨

Via Ansa

Alessio Marinelli a.k.a. Defkon1

Software developer, appassionato di tutto ciò che è possibile smontare e rimontare in modo differente, ma anche di cinema, fumetti e cucina.
Aree Tematiche
Games Scienze Tecnologie
Tag
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd