Cina annuncia di aver chiuso 60mila siti porno nel 2010 #LegaNerd


La Cina ha chiuso oltre 60mila siti web porno quest’anno, arrestando quasi 5.000 persone: lo ha annunciato oggi un portavoce del governo, affermando che non ci saranno interruzioni nella campagna contro contro il materiale osceno.
La politica di repressione della pornografia, lanciata nel dicembre 2009, è stata criticata perché stringerebbe le maglie della censura politica: molti siti chiusi, accusano i critici, erano spazi politicamente sensibili o che ospitavano semplicemente contenuti generati dagli utenti.

Dei 4.965 sospetti, 1.332 persone sono state “punite penalmente”, con 58 condannate ad almeno cinque anni di carcere, ha detto Wang.

Il governo ha controllato il contenuto di 1,79 milioni di siti web e ha cancellato 350 milioni di articoli pornografici e volgari, immagini e brani video, ha detto il portavoce.

Con 450 milioni di utenti Internet a fine novembre, secondo le stime, la Cina conta la più grande popolazione online di ogni altro paese. Tuttavia il governo teme che il web diventi un canale di idee e immagini pericolose.


Articolo completo qui.
Via :bazinga: grazie a MrNerd.

Aree Tematiche
Internet
Tag
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd