Mapping a Lione per la Festa della Luce #LegaNerd
di
Code2
3

La Festa della Luce di Lione

Storia

Nel 1852, il vecchio campanile quadrato dell’antica cappella di Fourvière, demolito, fu ricostruito e fu deciso di mettervi in cima una statua della Vergine. La realizzazione della statua fu affidata allo scultore FABISCH, direttore dell’lnstitut des Beaux-Arts. La data dell’installazione era stata fissata all’8 settembre, Festa della Natività, ma l’opera non fu terminata in tempo…

Il Cardinale de Bonald decise allora di rimandare la cerimonia all’8 dicembre, Festa dell’Immacolata Concezione (il cui dogma sarà proclamato due anni dopo). Durante la mattinata, al suono delle campane e dei salve dei cannoni, il campanile e la statua ricevettero la benedizione solenne dell’Arcivescovo di Lione. Il programma della festa prevedeva l’illuminazione generale in serata. Ma per tutto il giorno piovve con tanta abbondanza sulla città che le autorità religiose pensarono di annullare la festa notturna.

All’inizio della serata, tuttavia, il cielo si schiarì e per la prima volta il popolo di Lione fece spontaneamente un gesto che si ripete ancora un secolo dopo: accese sui davanzali delle finestre e dei balconi migliaia di lumicini. A Fourvière, la manifestazione di un tale entusiasmo eliminò le ultime esitazioni e il campanile e la statua risplendettero nella notte. Da allora, i lionesi continuano ad accendere spontaneamente le candele sui davanzali delle finestre, l’8 dicembre, non appena scende la sera.

Oggi
Dal 2000: la Festa della Luce (Fête des Lumières) è:

4 notti sotto il segno della luce,
Circa 4 milioni di visitatori,
Una festa che risale alla tradizione dell’8 dicembre, nata oltre 150 anni fa,
Scenografie e spettacoli di « luce » che trasformano lo spazio pubblico,
Una festa che accoglie creatori di ogni paese e di ogni campo di attività,
Una festa che usufruisce delle innovazioni tecniche nel settore della luce,
Una festa vetrina del know-how lionese nel campo dell’illuminazione legata a determinati eventi o perenne,
Una festa solidale intorno ad un’opera collettiva luminosa realizzata l’8 dicembre a beneficio di un’associazione caritativa,
Una festa che federa numerosi partner del Comune di Lione,
Una festa che favorice l’incontro dei professionisti (convegni, associazione LUCI, ecc.).

Gli obiettivi della Festa della Luce

Giocare con la luce
La creazione effimera delle opere si basa su un po’ di fantasia, di audacia e un pizzico di humour. I creatori ricordano che la luce può essere uno strumento di creazione ludica a Place des Terreaux, Place des Jacobins, Place Bellecour oppure sulla facciata dell’Hôtel-Dieu.

Riscoprire il proprio patrimonio
Altre scenografie permettono di scoprire o riscoprire il patrimonio o la storia singolare di alcuni luoghi emblematici della Città come l’Opéra, la chiesa Saint-Nizier, la collina di Fourvière, l’Hôtel-Dieu, ecc.

Recarsi in luoghi insoliti
Ogni anno, nuovi luoghi da visitare… Nel 2006, il cortile interno del Municipio veniva aperto al pubblico: il visitatore poteva « trabouler » (passeggiare) dalla Place Louis Pradel alla Place des Terreaux per raggiungere la salita della Grande Côte.

Lasciarsi guidare dalla luce
Una segnaletica luminosa, realizzata nel 2005 dalla Direzione dell’illuminazione pubblica del Comune di Lione, guida il visitatore per giungere fino all’inizio della Presqu’île.
Presentare nuove prospettive urbane Lione rende omaggio ai suoi fiumi che ci svelano la loro bellezza nascosta.

Partecipare ad un gesto di solidarietà
L’8 dicembre, il visitatore è invitato a partecipare alla realizzazione di un affresco gigante di lumicini per aiutare un’associazione caritativa (nel 2006: Habitat e Umanesimo). In tal modo il lumicino ritrova il suo posto al centro della festa, in un gesto solidale e generoso.

Dal sabato 5 al martedì 8 dicembre 2009 (4 notti)
Durante 4 sere, scoprite più di 70 progetti luce attraverso Lione.
La Festa delle Luci mette in risalto il patrimonio architettonico di Lione, nonché i suoi fiumi e luoghi caratteristici, in maniera sorprendente e poetica.
Le spettacolari scenografie del centro storico andranno di pari passo con le animazioni rionali più partecipative ed intimiste che si svolgeranno, per lo più, dalle ore 18.00 alle ore 01.00.

Maggiori informazioni sul sito http://www.lumieres.lyon.fr

Quest’anno c’erano anche 30 installazioni “mapping” in giro per tutta Lione.
Direi che per un weekend prenatalizio 2011 un pensiero ci starà tutto!

Info prese da qui e qui.

Pasquale Belvito a.k.a. Code2

Sono un Architetto Non Convenzionale. Puoi stalkerarmi sui seguenti siti web: www.code2.it - www.sewaside.com - www.monkeykillers.com - www.summon.it - www.parchificio.com
Aree Tematiche
Architettura Storia Video
Tag
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd