La morte ti fa Nerd! #LegaNerd
3

In una notte buia e tempestosa pensando al maggior dono degli dèi (la morte :D), mi sono andato a dare un’occhiata alle voci su morte e affini sulle varie wiki. Ricado in una serie di tristissime liste che comprendono fra l’altro un bel po’ di tizi che hanno fatto una fine piuttosto nerdy o dei nerd che hanno fatto una fine piuttosto brutta. Ne ho selezionati alcuni per il vostro intrattenimento.

Indecisi su come passare all’altro mondo in stile Nerd? Volete essere ricordati da Wikipedia? Preparatevi a fare meglio di questi qua:

1978: Kurt Gödel, il matematico Austriaco\Americano morì di fame quando sua moglie fu ospedalizzata per una malattia. Gödel, come non pochi matematici, soffriva di paranoie estreme che lo portavano a rifiutare il cibo preparato da chiunque all’infuori della cara mogliettina. Secondo il certificato morì “per inedia e malnutrizione causata da disturbi della personalità” dopo aver raggiunto l’invidiabile peso di 30 kg.

1979 Robert Williams, un operaio di una fabbrica della Ford Motor Co. fu il primo uomo che si sia certi sia stato ucciso da un robot (le tre leggi FTW!), dopo essere stato colpito in testa dal braccio da una tonnellata del robot che assemblava le auto.

1981: Jeff Dailey, un giocatore di videogame (si, proprio come voi) di 19 anni divenne la prima persona conosciuta a morire durante una partita. Dopo aver raggiunto il punteggio di 16.660 nell’arcade Berzerk morì per un attacco cardiaco. Curiosità: Berzerk è noto anche per aver ucciso un altro ragazzo di 18 anni per lo stesso motivo un anno dopo. E poi parlano male di GTA…

1981: Kenji Urada, un operaio di una fabbrica giappa fu ucciso dal malfunzionamento di un robot della filiera che lo prese e lo mise in una macina uccidendolo.

2001: Bernd – Jürgen Brandes, Tedesco, fu ripetutamente colpito e parzialmente mangiato da Armin Meiwes (che poi sarà chiamato il cannibale di Rotenburg) sotto sua spontanea richiesta. Brandes aveva risposto ad un annuncio su internet di Meiwes che cercava qualcuno a cui riservare il trattamento (non troppo nerd ma c’è sempre internet in mezzo…).

2005: Lee Seung Seop, un Sud-Koreano di 28 anni, ebbe un collasso per lo sfinimento e morì di lì a poco dopo aver giocato a StarCraft Online per almeno 50 ore consecutive in un internet cafè. Attenti a non tirare troppo la corda alla prossima lan!

2007: Jennifer Strange, un’Americana di 28 anni di Sacramento morì per intossicazione d’acqua (ebbene si, si può) cercando di vincere una Nintendo Wii in un contest radio lanciato da un’emittente locale che richiedeva di bere enormi quantità d’acqua senza urinare. Che dire… Manco fosse stata una xbox360!

2007: Kevin Whitrick, un inglese di 42 anni, si suicidò impiccandosi in diretta di fronte alla sua webcam durante una sessione live-chat.

2009: Kim Sa-rang, una bambina Koreana di soli tre mesi, morì di malnutrizione dopo che entrambi i genitori avevano passato ogni giorno dentro ad un internet cafè ad allevare un bambino virtuale su un gioco in rete chiamato Prius Online.

Edit: 2010: Marcus Jannes, svedese, aveva comunicato più volte il suo desiderio di farla finita lasciando messaggi di avvertimento su Facebook e sul forum Flashback (sito svedese abbastanza controverso per via del suo “troppo liberalismo”).
Alla fine Marcus si è tolto la vita nel primo pomeriggio di lunedì, davanti a una webcam che trasmetteva ogni due secondi un fotogramma della sua morte. Il ragazzo si era premurato di fornire ai suoi inconsapevoli spettatori l’indirizzo di un sito FTP, con tanto di password, dove avrebbero potuto trovare le immagini del suo suicidio in diretta.

Naturalmente queste sono solo alcune, pochissime, che ho trovato qua e là, se ne avete altre interessanti le aggiungo!

Fonte principale qua. E grazie a Goph per l’aggiunta.

Aree Tematiche
Cazzate
Tag
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd