Jean Meslier #LegaNerd

Io vorrei che l’ultimo dei re fosse strangolato con gli intestini dell’ultimo dei preti

Jean Meslier era il curato di Étrépigny, piccolo e tranquillo villaggio francese, e trascorse tutta la sua esistenza in modo tranquillo e pacato, svolgendo la sua funzione in modo impeccabile. Fu solo dopo la sua morte, avvenuta nel 1729, che divenne famoso, in seguito alla lettura del suo testamento spirituale. Infatti Meslier, durante l’arco di quasi tutta la sua esistenza, aveva pazientemente scritto un trattato dal non breve ma esplicativo titolo

Memoria dei pensieri e delle opinioni di Jean Meslier, prete, curato di Ètrèpigny e di Balaives, su una parte degli errori e degli abusi del comportamento e del governo degli uomini da cui si dimostrano in modo chiaro ed evidente le vanità e le falsità di tutte le divinità e di tutte le religioni del mondo, affinché sia diretto ai suoi parrocchiani dopo la sua morte e per essere usata da loro e da tutti i loro simili quale testimonianza di verità

Come si evince, i principali obiettivi di Meslier sono la religione e i governi. Egli si scaglia principalmente contro la prima, argomentando una feroce critica alla Bibbia e ai Vangeli, attraverso un paragone di questi con le fonti storiche e lo studio delle contraddizioni dei testi. Dio, fondamentalmente, è stato inventato dagli uomini come mezzo per mantenere un potere estorto al popolo con l’inganno.

Il trattato si divide in otto sezioni:

– Non sono che invenzioni umane.
– La fede, “credenza cieca”, è un principio di errori, di illusioni e di raggiri.
– Falsità delle presunte visioni e rivelazioni divine.
– Vanità e falsità delle presunte profezie dell’Antico Testamento.
– Errori della dottrina e della morale della religione cristiana.
– La religione cristiana autorizza le prepotenze e la tirannia dei grandi.
– Falsità della presunta esistenza della divinità.
– Falsità dell’idea della spiritualità e dell’immortalità dell’anima.

Meslier è annoverato, oltre che tra i padri dell’ateismo, come primo filosofo ateo, precursore dell’illuminismo e padre del socialismo, poiché è stato il primo a teorizzare il comunismo egualitario.

Qui la pagina wiki, quo la pagina a lui dedicata su homolaicus, da cui potete accedere ai link per il download dell’opera, e qua un breve estratto dell’opera se siete pigri.

Schroedingerscat

Apri la scatola e guarda STOCAZZO!
Aree Tematiche
Filosofia
Tag
mercoledì 17 novembre 2010 - 15:53
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd