ACME: A Company Making Everything #LegaNerd
di
Laido Laido
4

Le marche fittizie usano essere create e inserite nei film quando la parodia è talmente evidente da non permettere di usare un vero brand, ovvero vengono utilizzate per creare strane campagne pubblicitarie che, in alcuni casi, “fanno il verso” a quelle esistenti.
Il fenomeno del prodotto inventato ha origine con il marchio ACME, fantomatica società che per anni ha fornito le attrezzature più assurde e sconclusionate all’industria di Hollywood.
Partita come XXXX, la marca, che si rivela per la prima volta nei cartoni animati, si diffonde in tutti i generi e compare in moltissimi film, fornendo una palestra per il fenomeno del product placement.
La ACME Products Corp, fondata da Marvin Acme, il padrone di Cartoonia che morirà schiacciato da una cassaforte in “Chi ha incastrato Roger Rabbit”, produce un po’ di tutto anche se nella maggior parte dei casi i suoi prodotti rimangono più che altro legati al mondo dei cartoni animati (“Se è della ACME, è scompisciante!”, come ammette lo stesso Marvin).
“Chi ha incastrato Roger Rabbit”, per com’è strutturato, potrebbe essere considerato una sorta di mega-spot di questa fantomatica azienda dato che, oltre a varie casse che riportano questa scritta in bella vista e che sono presenti un po’ ovunque, tutti i prodotti presenti nel film sono marcati ACME, dalle gomme di scorta agli elettrodomestici:
Nella scena iniziale, il cartone animato con Roger Rabbit e Baby Herman, a parte il forno il cui brand è HOTTERNELL (comunque anch’essa marca inventata), si possono vedere: ACME deadly mouse poison (veleno per topi), ACME soap (sapone da bucato), ACME chili sauce extra hot (salsa), ACME toastamatic (tostapane), ACME suck-o-lux (aspirapolvere).
Nella scena che invece si svolge direttamente all’interno del magazzino della ACME, sono invece riconoscibili molti degli effetti speciali e delle attrezzature creati appunto dalla ACME e da utilizzare per le scenografie quando si girano i cartoons, tra questi: ACME hole (buchi neri portatili), martelli dotati di un complesso meccanismo a molla che supporta un guantone da pugile, scarpe danzanti, strumenti musicali dotati di vita propria, il meccanismo per dare la scossa quando ci si stringe la mano (l’articolo più venduto!), inchiostro simpatico che scompare per poi riapparire successivamente, ACME curve ball, la schiacciasassi, ACME Gulf (colla potentissima), casse e così via.

In altre circostanze by ACME sono anche: i dischi su cui ha inciso le sue canzoni Eddie in “The Rocky horror picture show”, il negozio di libri nel quale si reca Philip Marlowe (Humprey Bogart) per cercare di risolvere il mistero de “Il grande sonno” , il furgone che prende a prestito l’ispettore Clouseau nel corso della sua sconclusionata indagine ne “La Pantera Rosa colpisce ancora”, le vele per far navigare un palazzo in “Monty Python-Il senso della vita” e così via, arrivando addirittura ad essere un negozio ne “Il sesto senso” l’inquietante film prodotto dalla Walt Disney.
Il fenomeno ACME è stato anche soggetto ad imitazione: nei film a cartoni della Walt Disney, ad esempio, solitamente non si usavano i prodotti ACME ma altre marche completamente inventate, fra le quali la più famosa rimane la KANINE KRUNCHIES, sponsor del programma preferito dai cuccioli dalmata ne “La carica dei 101”.
Le sue apparizioni più famose, per quanto concerne il mondo dei cartoon, riguardano sicuramente la serie di Roadrunner, dove Wile E. Coyote è solito acquistare ed utilizzare congegni di quel marchio, che però si rivelano sempre veri e propri fallimenti.
I marchingegni che vengono creati hanno le funzioni più varie; i più frequenti sono missili, casse di dinamite, bombe a mano, fucili, arpioni, enormi elastici, magneti e molle per saltare o a cui sono agganciati dei guantoni.
La ACME ha sfornato, nei vari cartoni di Wile, anche macchine per la demolizione o rulli compressori autonomi, archi e frecce giganti, libri su come creare trappole o ipnotizzare, aquiloni giganti, pattini a motore, costumi per volare, una pillola che, al contatto con l’acqua, si trasforma in un piccolo tornado, e un’altra che potenzia enormemente i muscoli delle gambe.
La ACME è la fornitrice ufficiale delle colle a presa rapida, dei pianoforti esplosivi, dei candelotti di dinamite e di mille altri oggetti dei cartoni dei Looney Tunes, e anche del mangime per i Road Runner.
La sigla ACME è presente anche nel cartone animato Mignolo e Prof., nel quale i due protagonisti vivono proprio nei laboratori ACME… in Space Jam, in alcuni episodi della serie animata della Pantera Rosa e nella serie televisiva Invisible Man.
ACME è anche il nome stampato sulla scatola delle sedie elettriche usate per provare ad uccidere Trombino e Pompadour nel lungometraggio South Park: il film – Più grosso, più lungo & tutto intero.
Il marchio ACME fa la sua comparsa in decine e decine di film fino agli anni settanta, ma negli anni ottanta le apparizioni diminuiscono drasticamente forse anche perché i veri brand cominciano a voler comparire comportando un enorme sviluppo del product placement in quel periodo: le marche, ormai, accettano di posizionare il proprio logo su ogni genere di oggetto, anche nel mondo dei cartoni animati, ma ciò non vuol dire che l’epoca dei brand di fantasia si sia conclusa.

Lo sfortunato Wile E. Coyote, ha perfino fatto causa (giustamente) alla compagnia… leggete qui. (grazie a Botty!)
Lol

Aree Tematiche
Animazione Cinema
Tag
venerdì 22 ottobre 2010 - 0:11
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd