Encarta #LegaNerd
di
Code2
2

Microsoft Encarta è stata un’enciclopedia multimediale prodotta da Microsoft dal 1993 al 2009.
La versione completa, disponibile su supporti CD-ROM o DVD-ROM, poteva essere consultata anche tramite Internet dietro pagamento di un abbonamento annuale. Alcuni articoli dell’enciclopedia potevano essere consultati gratuitamente sul sito, ma accompagnati da messaggi pubblicitari.
Esistevano edizioni di Encarta in varie lingue, sia in rete Internet che su supporto digitale; ad esempio, la versione completa in lingua inglese, Encarta Premium, conteneva più di 62.000 articoli. Oltre a quella inglese, Encarta veniva pubblicata anche nelle edizioni in tedesco, francese, spagnolo, olandese, italiano, portoghese e giapponese. Il contenuto di ciascuna versione in lingua locale era differente, in quanto il numero di articoli era variabile, mentre alcuni di essi potevano provenire da similari prodotti nazionali: ad esempio, la versione olandese comprendeva articoli provenienti dall’enciclopedia Winkler Prins.
L’ultima versione su supporto digitale è Encarta 2009 nella quale è inclusa anche Encarta Kids, un’enciclopedia che, sia per linguaggio che per contenuti, è appositamente progettata per un pubblico di bambini. Contiene inoltre un atlante mondiale, che permette di esplorare le varie parti del globo, e più di 36.000 voci periodicamente aggiornate, che toccano tutti i campi del sapere. Le voci sono collegate a file multimediali, tra i quali 19.000 tra foto e illustrazioni, 270 video, 2.700 clip audio e un atlante interattivo con oltre 1.800.000 toponimi. Encarta includeva anche Web Companion, che visualizzava collegamenti ad Internet correlati alla ricerca che si effettuava e vari giochi istruttivi fatti per divertire ed insegnare.
La versione on-line dell’enciclopedia, Encarta Online, conteneva poco più di 60.000 voci aggiornate periodicamente e circa 25.000 file multimediali oltre l’atlante interattivo con il quale era possibile visitare virtualmente le regioni più remote del mondo. Secondo una ricerca di Hitwise, Encarta Online raccoglieva l’1,27% del traffico di categoria, nettamente preceduta dall’edizione inglese di Wikipedia, che raccoglie invece il 97% del traffico.
Nel mese di marzo del 2009 Microsoft ha annunciato la chiusura definitiva delle versioni su disco ed on-line di Encarta.

Vecchi ricordi mi legano ad Encarta ed all’uso smodato che ne facevo dal 95, anno in cui comprai il mio buon vecchio Pentium 150 (ancora vivo e vegeto alle mie spalle).
Encarta era una amica insostituibile quando c’era da riassumere tesine per le superiori.
Copia, incolla in un file word.
Mettevi dentro ad un floppy da 3,5″ e poi via in stampa nella aghi della scuola.
Che bei ricordi.
Grazie Encarta di esserci stata molto prima di Wiki, ma molto dopo l'Enciclopedia Scoprire (Fabbri Editori).

Pasquale Belvito a.k.a. Code2

Sono un Architetto Non Convenzionale. Puoi stalkerarmi sui seguenti siti web: www.code2.it - www.sewaside.com - www.monkeykillers.com - www.summon.it - www.parchificio.com
Aree Tematiche
Cultura Software Storia
Tag
lunedì 11 ottobre 2010 - 1:27
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd