Araki - Mostra Fotografica #LegaNerd
di
Code2

Araki, nasce a Tokyo nel 1940 dove vive e lavora, e dove è ambientata la sua opera fotografica. Poeta dell’erotismo è il fotografo giapponese più provocatorio e dissacrante, apprezzato da collezionisti di tutto il mondo.

La sua ricerca è complessa, multiforme ma nello stesso tempo caratterizzata da una forte presenza scenica che la rende unica. Concentrata nella rappresentazione simbolico-rituale della sessualità, la sua arte è ricca di sfumature: la plasticità dell’amplesso, il volto delle donne, la bellezza cromatica dei fiori, in tutte queste variazioni di contenuti e forme, Araki trova il modo di confrontarsi con le tematiche a lui più congeniali, l’amore, il sesso, la femminilità.

L’azione creativa di Araki è continua, insistente ed energica. La sua bulimia nei confronti dell’immagine è riscontrabile nel suo metodo di lavoro, assolutamente ritmico e voracissimo.

In tal senso, la serie delle polaroid a colori, mosaico fittissimo di piccole opere autonome, può essere considerata la parte più spontanea di tutta la sua arte, un variegato e parossistico universo visionario che riguarda sentimenti profondi nei riguardi delle donne. Nude e legate, messe in posa, le modelle di Araki possiedono una forza iconica, plastica ed estetica che si manifesta nella delicatezza delle linee del corpo e nell’espressività del viso. La sessualità che le vede coinvolte non è mai violenta e prevaricatrice, neanche nelle situazioni di bondage feticistico e sadomasochistico. Anzi, tutto è avvolto in una rappresentazione di altissima poesia visiva.

A cura di Olimpia Orsini

Dal 30 settembre al 5 novembre 2010
One Piece Contemporary Art
Via Margutta 85 Roma – t. 063244575
orario: ore 10:00-13:00 e 17:00- 20:00

Via Tokorode

Pasquale Belvito a.k.a. Code2

Sono un Architetto Non Convenzionale. Puoi stalkerarmi sui seguenti siti web: www.code2.it - www.sewaside.com - www.monkeykillers.com - www.summon.it - www.parchificio.com
Aree Tematiche
Cultura Figa Fotografia
Tag
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd