Estrarre oro dall'hardware usato #LegaNerd

L’oro è usato principalmente per la produzione di gioielli. Questo metallo, il cui simbolo chimico è Au, è tuttavia presente anche in gran parte dei prodotti elettronici in circolazione. Si usa perché ha un’eccellente conduttività termica ed elettrica, resiste all’ossidazione ed è inalterabile. L’industria dei computer ne usa diverse tonnellate ogni anno.

Questo metallo prezioso si trova praticamente in ogni componente del computer, dal processore alla scheda madre, comprese le schede di espansione, memoria RAM e così via. Naturalmente la quantità presente in ogni parte è infinitesimale. Negli ultimi anni tuttavia il costo dell’oro è sempre cresciuto, e ha dimostrato una stabilità senza pari. Sempre più persone ritengono che estrarlo da vecchi componenti sia un’attività redditizia, più che una miniera vera e propria. Per questo esistono diverse aziende specializzate in questo lavoro.

Oggi vi mostriamo come recuperare l’oro da una scheda madre, illustrandovi metodi che, su scala industriale, permettono a queste aziende di chiudere positivamente i bilanci.

Il processo è lungo, economicamente svantaggioso e pericoloso. Ma cosa c’è di più nerd di forgiare un anello (magari per la propria compagna) con oro estratto da schede madri usate?

No, scherzavo, non fatelo, don’t try this at home!

Procedimento completo su Tom’s HW

Alessio Marinelli a.k.a. Defkon1

Software developer, appassionato di tutto ciò che è possibile smontare e rimontare in modo differente, ma anche di cinema, fumetti e cucina.
Aree Tematiche
Chimica Hardware
Tag
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd