Indo board #LegaNerd
di
Laido Laido

L’Indoboard è costituito da una tavola di legno colorata (deck), di forma ovale e di lunghezza pari a poco più di mezzo metro. La tavola può essere resa più o meno instabile, grazie all’impiego di due diversi supporti: un rullo di forma cilindrica e un cuscino rotondo e morbido.
* L’uso di questi sostegni, in entrambi i casi, rende la tavola variamente oscillante nelle diverse direzioni e riproduce quindi fedelmente la situazione che si incontra praticando il surf: chi sale sull’attrezzo, in pratica, riceve gli stessi stimoli neuro-motori che riceverebbe mentre ci si diverte sulla tavola.
* Non a caso, da oltre 20 anni l’Indoboard viene utilizzato con successo nel training specifico degli atleti di surf, kite-surf, wakeboard, windsurf, skateboard e snowboard, cioè di tutte le discipline sull’acqua, a secco o sulla neve che richiedono equilibrio e buon controllo del corpo, perché comportano evoluzioni più o meno complesse in una condizione di instabilità costante.

Hunter Joslin, surfista con di 38 anni di esperienza, ha sviluppato l’Indo Board durante un periodo di oltre 25 anni, cominciando con il primo prototipo nel 1975.
Originariamente pensato come strumento di training per surfisti fuori dall’acqua, Joslin si rese conto quasi subito, grazie al numero sempre crescente di appassionati, che l’Indo Board era molto di più di un semplice simulatore di surfing. Tra i vantaggi riportati dagli utenti vi erano maggiore forza nelle gambe, migliori condizioni fisiche, accresciuta flessibilità e divertimento nell’usare la tavola.
Nel 2000 Joslin decise di lanciare la tavola sul mercato tramite un sito web commerciale, accordi di distribuzione e partecipazione a fiere ed eventi sul fitness e il surf.
Ecco le basi per iniziare ad usare l’ Indoboard:


C’è chi sboroneggia…

E chi ci si allena unendola al fitness:

Se siete interessati, visitate Indoboard Italia

Aree Tematiche
Entertainment Sport
Tag
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd