Creature from the Black Lagoon e il 3D #LegaNerd
di
Code2
4

Quando si dice il caso, un annetto fa nel Blockbuster dietro casa, una sera non sapendo cosa noleggiare, in quanto tutto già visto con largo anticipo, e piuttosto che fare una grama figura uscendone solo con una coca da 2 litri, una busta di 4 salti in padella e un paio di buste di popcorn formaggio e caramello, butto l’occhio sul cestone dei dvd vecchi, usati, scontati ed ex-noleggio e cosa ti trovo?!!
Il dvd del Mostro della Laguna Nera… edizione speciale 2 dischi a soli 5€! FIGATA!

Più che guardare il film, decido subito di guardare gli speciali e ta-daaaan…
Insomma non tutti sanno che, il Mostro della Laguna Nera oltre ad essere il più famoso mostro cinematografico della Universal Picture, al pari dei suoi illustri colleghi tratti dal mondo letterario quali Il fantasma dell’Opera, Il mostro di Frankenstein, Conte Dracula, La mummia, L’uomo invisibile, La moglie di Frankenstein e L’Uomo Lupo, è il più famoso film in 3D della storia cinematografica.
Ancora prima di Avatar e le puttanate di Cameron, il 3D nelle sue più disparate forme sopravvive da oltre un secolo.
Negli special del dvd sopracitato viene raccontato dettagliatamente il corso della produzione del film con interviste agli attori, dietro le quinte e quant’altro a soddisfare ogni smania di sapere dell’onnivoro cinefilo che si nasconde, non troppo velatamente ma sicuramente comodamente, dentro di me.
Quindi la storia recita più o meno così:

Dopo il successo del film horror La maschera di cera, girato e distribuito in formato 3D, Jack Arnold fu incaricato di dirigere il film sotto lo stesso formato. Si tratta di una delle prime produzioni cinematografiche girate in tridimensionale.
A seconda del tipo di riprese, furono usati due attori nell’interpretazione della creatura: Ben Chapman per le sequenze tradizionali girate sul set, e Ricou Browning per quelle subacquee.
Il costume della creatura, disegnato da Millicent Patrick e realizzato da Bud Westmore e Jack Kevan dopo ben settantasei bozzetti diversi e otto mesi di sperimentazioni, consisteva in vari segmenti in lattice di gomma uniti insieme da cerniere lampo. Per Ben Chapman, 1.90 m di altezza, venne realizzata una tuta più grande e più scura. Per il subacqueo Browning, la tuta era più piccola e più chiara, ma il peso e l’aderenza del costume gli impedivano ugualmente di essere agile in acqua. Un terzo costume venne realizzato per lo stuntman Tom Hennessy, che interpretava il mostro nella sequenza in cui viene avvolto dalle fiamme di una lampada a petrolio. Il costo definitivo di questi costumi fu di oltre 50 mila dollari dell’epoca.
Un’ulteriore grande spesa di produzione fu destinata alla realizzazione di apposite cineprese impermeabili che dovevano servire per le riprese subacquee.
Gli esterni del film furono girati in Florida: a Cypress Gardens per le scene sulla terraferma, a Crystal Springs per le riprese in acqua.
In relazione al fatto che il film è stato realizzato con tecnologia 3D, per una migliore visione dell’opera nelle sale cinematografiche, furono prodotti in serie dei dischi view-Master da vendere agli spettatori, cosicché potessero traguardare con l’apposito visore.
In Italia il film ,per questione di costi,lo distribuirono in un più modesto bianco e nero.
Ancora oggi i due “Gill Man” Chapman e Browning sui loro siti “commerciano” foto con dediche e vari gadget .

Per farla corta, erano gli anni 50, la TV era la padrona di casa (vedi la serie tv MadMen) e i pezzi grossi della Universal dovevano combatterci contro.
Quindi sfruttarono la carta del 3D. Polarizzato per giunta, quindi proprio la stessa tecnologia che ci spacciano oggi come innovativa, rivoluzionaria e balle al seguito.

Allora la gente rimase esterrefatta del risultato, perchè “non avevano mai visto una vasca d’acqua così grande in 3d!” cit. dal dvd.

Quindi quello che mi chiedo oggi è:
la gente rimane davvero ancora a bocca aperta davanti a certi escamotage?

Sia chiaro:
Io sono un detrattore del 3D.
Mi sono rifiutato di vedere Avatar, ed ancora non l’ho visto e non ho intenzione di vederlo, non a breve di certo.
Ma mi premeva fare questo post, un po’ perchè l’avevo promesso ad Itomi, un po’ perchè credo che si stìa perdendo il senso della misura con tutti ‘sti minchia di film in 3D.

Per altre info sul cinema tridimensionale vi rimando alla pagina wikipedia che è decisamente ben farcita di tante altre info.

Cinema 3D
Il mostro della Laguna Nera

Pasquale Belvito a.k.a. Code2

Sono un Architetto Non Convenzionale. Puoi stalkerarmi sui seguenti siti web: www.code2.it - www.sewaside.com - www.monkeykillers.com - www.summon.it - www.parchificio.com
Aree Tematiche
Cinema Storia Tecnologie
Tag
lunedì 27 settembre 2010 - 17:10
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd