Pokèpilessia e censure #LegaNerd
di
Laido Laido
3

il 38° episodio della prima serie, il cui titolo originale è でんのうせんしポリゴン (Electric Soldier Porygon), che è stato bandito in tutto il mondo.
L’episodio in questione andò in onda la prima ed unica volta il 16 dicembre 1997 in Giappone, causando quasi 700 casi di epilessia provocate da alcune sequenze nelle quali vengono mostrate intermittenze luminose troppo veloci. Le intermittenze hanno questa successione: un fotogramma rosso, uno blu e uno azzurro. Alcune persone hanno sofferto di attacchi di epilessia anche a causa della successiva trasmissione della sequenza d’immagini incriminate durante la diffusione della notizia tramite telegiornali. (Information: you’re doing it wrong!).

Ma questo non è stato l’unico episodio a subire una drastica censura…
l’ep. 377 ゆれる島の戦い! ドジョッチVSナマズン!! (Shaking Island Battle! Dojoach VS Namazun!!), la cui trasmissione in Giappone era prevista per il 4 novembre 2004, ma non fu trasmesso poiché il 23 ottobre dello stesso anno avvenne il terremoto nel Chuetsu che fece deragliare un treno… La trama dell’episodio prevedeva infatti che alcuni Whiscash causassero un terremoto. L’episodio fu prima rimandato e in seguito il network decise di non trasmetterlo.
L’episodio non fu nemmeno tradotto in inglese, probabilmente a causa dello shock che lo tsunami del 26 dicembre 2004 aveva nel frattempo causato nell’opinione pubblica.

Questi due episodi sono stati banditi anche in Italia, dal momento che la traduzione italiana è basata sulla versione statunitense della serie. Oltre a questi, anche altri tre sono stati censurati in molti paesi: il 18° (Vacanza ad Acapulco!), il 35° (La leggenda di Dratini) e il 252° (La Via Gelata).

Il primo di questi tre episodi mostrava James, membro del Team Rocket, travestito da donna per partecipare ad un concorso femminile in bikini. In seguito l’episodio è stato trasmesso senza la sequenza incriminata, non permettendo però una adeguata comprensione dello stesso.

Il secondo è ambientato nella Zona Safari (un’area molto importante nella storia del videogioco). Questo episodio è stato censurato perché uno dei personaggi, il custode dell’area, era in possesso di armi da fuoco che usa nel corso dell’episodio per minacciare Ash e i compagni e per attaccare i membri del Team Rocket (lol i redneck a Zona Safari! Get out of my yard! xD ). Il motivo principale della censura è collegato al massacro della Columbine High School e altri eventi simili che sono avvenuti negli Stati Uniti. La mancanza di questo episodio ha creato dei dubbi tra i telespettatori della serie, in quanto negli episodi successivi il protagonista, Ash, ha con sé molti Tauros, catturati nella Zona Safari, di cui i fan dell’anime, che non avendo visto l’episodio censurato, si chiedono la provenienza.

Nel terzo episodio, durante il corso della storia, Brock si ammala gravemente e finisce in ospedale. La Warner Bros. non ha mai dichiarato il motivo della censura. Le idee più diffuse sulla causa sono tre: la prima è che in quel momento si era diffuso l’allarme SARS.
I sintomi mostrati da Brock durante l’episodio sono molto simili alla malattia accennata. Altri affermano che l’episodio è stato censurato perché Brock, in stato febbrile, tentando di baciare l’infermiera, rischia di baciare Jynx (ma poi riconosce il Pokémon ed evita il bacio).
Si ritiene inoltre che sia stato censurato per via dell’aspetto del Pokémon, che ricorderebbe lo stereotipo di donna dalla pelle nera. Successivamente a causa delle proteste degli afroamericani, la Nintendo avrebbe cambiato il colore della pelle di Jynx trasformandola in viola.

Infine il diciannovesimo episodio, Le Creature Marine (Tentacool and Tentacruel), è stato censurato a partire dal 2001, dopo la prima messa in onda nel 1998 e in seguito a tre successive repliche, poiché Tentacruel distrugge un grattacielo. Questo, secondo la rete, avrebbe potuto evocare nella mente degli statunitensi gli attentati dell’11 settembre 2001…

Fonte Wiki

Aree Tematiche
Anime & Manga Real Life
Tag
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd