Processo Scopes: evoluzionismo alla sbarra #LegaNerd

Il 21 luglio 1925 si chiudeva il Processo Scopes, aperto due mesi prima, che vedeva alla sbarra degli imputati il professore John Thomas Scopes, colpevole secondo l’accusa di aver insegnato la teoria dell’evoluzionismo in classe.

Tale insegnamento era vietato dal Tennessee’s Butler Act, e venne pertanto multato di 100 dollari, cifra non indifferente all’epoca dei fatti contestati.

Se state pensando che tutto questo sia storia passata, vi sbagliate di grosso:

Nel Kansas si è votato per rimuovere dai test scolastici domande sull’evoluzionismo. In alcuni stati si richiede agli editori dei libri di testo di anteporre ai capitoli sull’evoluzione avvertenze simili alle nostre sui pacchetti di sigarette. In Alabama: “Nessuno era presente quando la vita apparve per la prima volta sulla terra”. Un documento per impedire l’insegnamento dell’evoluzione fu approvato nel Kansas nel 1999, ma in seguito fu abrogato con un referendum.

Sara Capogrossi Colognesi riporta in un articolo/saggio questa conclusione: “Il risultato è che oggi negli USA, la nazione leader nel mondo politico e scientifico, circa il 47 per cento della popolazione – un quarto della quale proveniente dai college – crede che l’uomo non sia il risultato di un processo evolutivo, ma sia stato creato da Dio poche migliaia di anni fa”

In una sola parola, agghiacciante.

Citazioni e foto via Wikipedia

Alessio Marinelli a.k.a. Defkon1

Software developer, appassionato di tutto ciò che è possibile smontare e rimontare in modo differente, ma anche di cinema, fumetti e cucina.
Aree Tematiche
Religione Scienze Storia
Tag
mercoledì 21 luglio 2010 - 11:51
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd