Unboxing - Höfner HI-BB Ignition Bass #LegaNerd
2


Yeah! Finalmente dopo due mesi è giunto a casa il mio nuovo Hofner Ignition, l’ultimo incauto acquisto musicale del sottoscritto! Ho deciso, da buon leghista, di fare un piccolo reportage dell’unboxing e le prime impressioni dopo un giorno di utilizzo.

Unboxing
Scatola perfettamente su misura, buon imballo interno, film protettivo intorno allo strumento. Nella confezione era presente anche un cavo jack 5″ un po’ vintage. Al primo sguardo ci si innamora all’istante della forma e delle bombature del legno che onestamente non mi aspettavo di trovare dato il prezzo molto più che onesto (270 euro senza case rigido).

Tutti i controlli sembrano solidi, gli switch un po’ ruvidi al comando, ma col tempo si levigheranno.

Prime impressioni di utilizzo
Con un po’ di tempo si riesce a trovare la giusta posizione per suonare: ha i pickup molto distanziati tra di loro e ci si deve abituare a posizionare il pollice diversamente dal (mio) solito. Altra abitudine deve essere fatta poi alla scala corta: se la si usa già di default, non ci sono problemi, mentre un po’ di confidenza è richiesta per chi, come me, ha usato long scale fino ad ora.

La tastiera scorre bene, peccato per le corde ruvide, molto metalliche nel suono e anche un po’ fastidiose. In effetti se si compra questo basso lo si fa con l’intento di riprodurre “quel” suono (CLONK, CLONK… ci siamo capiti no?): le potenzialità sono ottime, l’effetto semiacustico rende benissimo, ma lo sferragliamento proprio non va giù. Prossimo step: corde flatwound in nylon (o comunque solo flatwound) che consiglio a tutti gli appassionati dei sound vintage.

I volumi sono ben calibrati e si può ottenere rapidamente il suono che si desidera. Gli switch permettono di isolare il suono dei singoli pickup (bridge per gli alti e neck per i bassi, non molto comodo in realtà) e di dare un piccolo boost al volume per gli assoli.

Data la fragilità del basso (il body è comunque vuoto) si consiglia vivamente l’acquisto di un case rigido, onde evitare piccoli graffi e scheggiature. Chiaro che manchino piccoli particolari e finiture della serie 500/1 (che costa almeno 5 volte tanto), ma, ripeto, per quanto costa, ci si può ritenere soddisfatti dell’acquisto.

SI
Forma, prezzo, finiture, suono, regolazioni precise.

NO
Corde, necessità di un case rigido.

QUI trovate le foto dell’unboxing e QUI potrete acquistarlo da Thomann con o senza case rigido su misura.

Aree Tematiche
Musica Unboxing
Tag
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd